logo

News

Versus. Il dibattito tra militanza e resilienza


 

17 Gennaio 2018. L’Era Successiva, Mariella Bettineschi, Galleria Sara Zanin, Roma.


Ottobre 2017. Art Verona, Group Show, Marignana Arte, Venezia.


Settembre 2017. Group Show, Galleria Cortesi, Lugano.


27 giugno – 30 0ttobre 2017

COLLEZIONE TULLIO LEGGERI – DA DUCHAMP A CATTELAN. ARTE CONTEMPORANEA SUL PALATINO

Parco archeologico del Palatino – Via di San Gregorio, Roma
A cura di Alberto Fiz

Catalogo: Electa

Attraverso una attenta selezione di masterpieces del XX e XXI secolo, provenienti dalla pioneristica collezione di ALT-Arte Lavoro Territorio di Tullio Leggeri, la mostra è un percorso di stupore, intrecciando opere contemporanee con antiche rovine, in una scoperta di relazioni e affinità che solo attraverso l’emozione del visivo possono accadere.

Through an attentive selection of masterpieces from XX and XXI centuries, belonging to the pioneering collection of “ALT-Arte Lavoro Territorio” by Tullio Leggeri, the exhibition is an amazing trip that compares contemporary artworks with ancient ruins, discovering relations and affinities that only the visual emotion can provoke.


20 giugno – 28 luglio 2017

The Next Era-Mariella Bettineschi, Michele Guido, Giovanni De Cataldo

Z2O-Sara Zanin Gallery, Roma
testo di Jasmina Trifoni

La galleria d’arte contemporanea Z2O-Sara Zanin Gallery affida a Mariella Bettineschi, con Michele Guido e Giovanni De Cataldo, il compito di condurre il pubblico in un viaggio stratificato e composito, nella pienezza di un’esperienza estetica che rilegge il passato con lo sguardo rivolto a un futuro che …entra in noi, molto prima di essere accaduto, come scrive Jasmina Trifoni nel testo critico che introduce il group show, citando l’altezza poetica di Rilke.

Il titolo della mostra trae ispirazione proprio dal ciclo di lavori de L’Era Successiva di Mariella Bettineschi: in un clima di instabilità, finzione, realtà virtuale e aumentata, il doppio sguardo, tagliente e fermo, delle donne che l’artista dipinge digitalmente, e trasferisce su diafano plexiglas, diventa un nuovo orizzonte, puro e immenso, in attesa di essere solcato, con inconsapevole coscienza. Come a dirci che l’oltre è un lattiginoso bianco, capace di accoglierci, estendendosi a velare antiche biblioteche depositarie di saperi e misteri, o ancora proteggendo il grembo fertile della natura ribelle alle regole, e riscoperta da lunari abitanti.

The Z2O-Sara Zanin Gallery, specialized in contemporary art, entrusted Mariella Bettineschi, together with Michele Guido and Giovanni De Cataldo, to bringing the viewers in a rich and challenging aesthetic experience that emerges from the past, and looking at the future that …it enters in us, long before it happened, as writes Jasmina Trifoni in the critical text that introduces the group show, quoting the lyrical loftiness of Rilke.

The title of the exhibition derives from the works cycle L’Era Successiva [The Next Era] by Mariella Bettineschi: in a period full of instability, fiction, virtual and augmented reality, the double, sharp and firm gaze of the digital painted women, and on diaphanous plexiglas transposed by Bettineschi, is pure and immense. With unconscious consciousness, their eyes wait to be crossed by the viewers, suggesting us the “Beyond” looks like a milky white, and it is able to embrace us, or to covering ancient libraries of knowledges and misteries, or also to defending the fertile womb of the Nature, rebel to the rules and discovered by lunar inhabitants.